Dr Ivano Hammarberg Ferri
medico oncologo e omotossicologo

Feste e buona tavola: i Cerotti Bionanotecnologici utili

Si avvicinano le feste e con esse la tradizione di dedicarsi a qualche peccato di gola in buona compagnia!

Conosciamo bene le regole per alimentarci in modo corretto ma ammettiamolo, in realtà, durante le feste tutti i buoni propositi vanno a farsi benedire e le ore passate a tavola portano inevitabilmente a conseguenze sul nostro stato di salute.

La regola che ci hanno insegnato per non commettere errori è di non esagerare con le quantità e di mangiare di tutto un po’. ORRORE! Si si, avete letto bene! La verità è che se il nostro sistema immune potesse scegliere i menù delle feste, sarebbe decisamente meno ingordo di come siamo noi. Ci pregherebbe di rimanere contenuti, di non bere alcolici, di contenere il consumo di grassi e zuccheri, di tenere d’occhio il sale e ci consiglierebbe anche di non stare a sgranocchiare in continuazione qualcosa.

L’aspetto che mi preme più condividere con voi tutti è proprio il mescolare tanti cibi diversi. Ogni alimento impegna il nostro intestino in modo diverso e più cose gli chiediamo di fare in contemporanea e più lo mettiamo in difficoltà.

Immaginate un animale, un mammifero simile a noi, che mangi: misto di antipasti, tris di primi, tris di secondi, condimenti vari e contorni in abbondanza, dolci, dolcini, dolcetti, caffe, sorbetto, ammazzacaffe, croccante, torrone, panettone …e poi magari ci butta su anche un bel digestivo superalcolico. Se la scena vi sembra assurda allora spostate il mammifero, mettete noi in quel quadretto e chiedetevi se può mai essere un atteggiamento sano. Abbiamo rispettato la regola del dottore: “ di tutto un po’” ?

Dunque vi esorterei ad usare il buon senso e casomai mangiare doppia porzione di un paio di alimenti e variare i pasti, piuttosto che massacrare il nostro meraviglioso corpo.

Le conseguenze, in generale, di un periodo di abbuffate festive le conosciamo, quello che ci sfugge è che questa abitudine espone il nostro sistema immune ad una quantità enorme di stimoli che deve elaborare con grande fatica, poiché tutto ciò che mangiamo deve essere vagliato in quanto può essere dannoso per il corpo, e questa inutile fatica riduce la sua capacità di difenderci  dalle malattie infettive. Perché tante persone si ammalano di influenza durante le feste, che son già a casa a riposo, invece che in altri momenti in cui qualche giorno di riposo dal lavoro potrebbe anche aiutare a recuperare le forze? Più mangio e bevo male e più abbasso la mia capacità difensiva, ad esempio verso i virus influenzali e parainfluenzali.

Dunque come ci viene incontro la bionanotecnologia?

Ci son almeno tre approcci utili:

l’uso di cerotti che ci aiutino ad aumentare in modo efficace e rapido la produzione di glutathione, uno dei più potenti disintossicanti del nostro corpo, in questo modo stimoliamo il fegato a scartare tutte quelle tossine che stiamo ingurgitando “ perché tanto è festa e durante le feste si può!”. Dunque, è vero, possiamo contenere e ridurre i danni.

Possiamo ricorrere all’uso di cerotti bionanotecnologici che riducono il nostro senso di appetito senza privarci assolutamente del piacere della tavola, poiché tendono ad evitare che ci vengano quelle fami assassine tra i pasti per cui dobbiamo correre e svuotare il frigo o la dispensa. In questo modo riduciamo anche il classico ingrassamento da feste, che poi ci trasciniamo per tutto l’inverno finche a primavera ci cominciano a bombardare con le prove costume! Perché avere sensi di malessere, colpa, inadeguatezza al costume o quanto altro? In fondo gli americani hanno anche inventato questi cerotti perché applicandoli 5 giorni a settimana sanno di poter anche strafare ogni tanto senza aumentare di peso.

Altro aiuto che possiamo sfruttare, l’applicazione di cerotti energizzanti che da un lato ci fanno affaticare meno, da un altro ci permettono di affrontare con più dinamismo tutti gli impegni, ci danno la forza di fare una bella passeggiata salutare per smaltire gli eccessi gastronomici e danno una mano al metabolismo a velocizzarsi quel tanto che ci è utile per bruciare grassi e zuccheri in eccesso.

Buone Feste a tutti.

Il Doc

Ci sono 2 commenti

  1. Liliana scrive:

    ho comprato i cerotti SP6 per mia figlia di 13 an, peso 80 kg , che segue già una dieta alimentare ma con grande fatica. Le chiedo se possono avere degli effetti collaterali e se possono aiutarla a velocizzare il suo metabolismo lento.
    18/02/2013 Lilly 69 Bologna

  2. Ivano Ferri scrive:

    Chiedo scusa per il tempo trascorso….i cerotti non danno problemi di sorta e sono privi di rischi anche in quella fascia di età

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.